Senza categoria

Diversità e stabilità

alessandraiero

pflegerhof-alfabeto-completo3
Diversità è stabilità. È una delle prime cose che ho imparato in ecologia un bel po’ di tempo fa. Poi nell’ultimo paio di settimane ho imparato alcune cose nuove, sui semi, e sono ancora un po’ sconcertata, ma anche (un po’) fiduciosa.

La FAO sostiene che ecosistemi sani sono essenziali per la resilienza e la produzione agricola, che deve essere sostenibile, capitalizzando sui processi biologici e coltivando senza compromettere il capitale naturale come la biodiversità.
Ho sentito recentemente parlare tanto della libertà di commercio delle sementi (vedi per es. su Ciboprossimo) e della protezione dei semi antichi; sono temi dibattuti e attualissimi che vedono contrapporre l’industria sementiera agli agricoltori. Ho scoperto che per vendere un seme è necessario che la varietà sia iscritta al catalogo europeo delle sementi e risponda a caratteristiche di distinzione, uniformità e stabilità (1). Sembra che delle 80.000 piante commestibili usate a scopo…

View original post 549 altre parole

Annunci

One thought on “Diversità e stabilità

  1. Come sostiene il professor Serge Latouche, uno dei principali fautori della “decrescita”, bisogna rivedere l’uso del territorio, come bene comune da preservare, elemento centrale di tutta la cultura umana, togliendo una maggiore quantità di terra all’agricoltura intensiva, alla speculazione fondiaria, all’impatto inquinante dell’asfalto e del cemento per darla all’agricoltura contadina, biologica, rispettosa degli ecosistemi. A tal proposito, c’è da dire che già si avvertono dei piccoli segnali che fanno ben sperare; in particolare, per quanto riguarda i problemi legati all’agricoltura, si sta diffondendo sul territorio un modo di coltivare la terra sempre più vicino a quello tradizionale, che veniva adottato dai nostri nonni. Questo conferma il fallimento del modello agroindustriale che utilizza dosi massicce di diserbanti, a scapito della qualità e della bontà del cibo che arriva sulle nostre tavole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...