filiere agro-alimentari identitarie/land art

Forme e Sculture delle produzioni identitarie

 

Immagine

Spilamberto (Mo) Opera “Goccia. L’Essenza” dedicata all’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena. Inagurata nel 2011
“La forma perfetta, liscia, sinuosa, morbida, ma anche dotata di corpo della goccia, ci sembra rappresenti l’essenza propria dell’Aceto Balsamico, racchiudendo nel suo interno tutto il mondo da cui proviene, come risultato del lavoro della natura e dell’uomo, come scrigno che trattiene il segreto come concentrazione del tempo e dello ‘spirito’”

 

Immagine

Modena, “Monumento al Lambrusco” di Erio Carnevali inaugurato nel dicembre 2006.
Alto oltre 12 metri per un totale di 240 chicchi di diverso diametro in vetro di Murano, l’artistico grappolo è stato donato dal Consorzio al Comune di Modena. La nuova “porta” si configura come una vera e propria vetrina di uno dei prodotti di maggior pregio e riconoscibilità della provincia: l’uva e il lambrusco che con essa si produce.
Una porta che Carnevali ha voluta “viva”, capace di cogliere tutta la leggerezza della luce e dei colori di un grappolo al sole, ma anche il lento movimento delle stagioni per l’occasione scandito da un sistema di quattro cespugli naturalmente legati alle cromie delle stagioni. Intervento quest’ultimo, in programma nei prossimi mesi, progettato e coordinato dal tecnico del verde del Comune di Modena, Giulio Muzzioli. L’illuminazione dell’opera sarà garantita dal basso da quattro fari rifranti allo iodio collocati a raso del terreno, esaltando in questo modo le diverse trasparenze del vetro.

 

Immagine

Monumento alla mela a ALMATY città del Kazakistan.
Il nome “Almaty” significa “il posto con le mele” in kazako, la versione più formale del nome, Alma-Ata, significa “il padre della mela”. Infatti nella regione circostante la città la grande diversità genetica tra le mele selvatiche (alma) suggerisce che la mela “domestica” sia originaria del Kazakistan sud-orientale.

 

Immagine

Castelnuovo Rangone (Mo) “Monumento al Maiale”
Il monumento è un maialino di grandezza naturale scolpito nell’atto di passeggiare per il centro.
L’autore è Kee Sansen che l’ha creato nel 1997. La statua, donata nel 1997 dai salumieri olandesi, si trova nel centro del paese.

 

Immagine

Bronzeo monumento “alle Mele” a Villaviciosa, un comune spagnolo situto nella costa orientale della comunità autonoma delle Asturie, comarca di Gijón. La località è famosa per la “Sidra” (sidro di mele).

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...